Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Stai consultando Ambiente

Economia territoriale…questa sconosciuta…

E’ di sabato la pubblicazione della tabella comparativa riportante i dati del Ministero delle Finanze relativi ai redditi 2016 dei cittadini della Provincia di Savona.

Sono di oggi le prime analisi giornalistiche anche relative alla Valbormida. Secondo alcuni sarebbe sparita la classe operaia e l’aumento dei pensionati richiederebbe un ampio lavoro sul sociale.

Ritengo questa analisi lacunosa anche perchè i problemi di questo territorio sono ben più complessi e i dati del Ministero delle Finanze vanno incrociati con molti altri indici indicatori.

Partiamo dai dati fondamentali: la Provincia di Savona è uno dei territori più “anziani” dell’intero continente europeo con un tasso di natalità del 6 per mille (103° posto su 107 province italiane) e di mortalità pari al 13,5 per mille (sesti su 107 province).

Essendo un territorio ad alta percentuale di popolazione anziana è abbastanza normale che qui ci sia un numero importante di persone che percepiscono pensioni in un ambito in cui la propensione al risparmio è comunque sempre molto consistente.

Rifiuti e tariffa puntuale: perchè è necessario?!

Ho combattuto per gran parte del periodo in cui ho fatto l’amministratore pubblico per cercare di far comprendere ai miei concittadini l’importanza di un sistema di raccolta differenziata spinta e ho sempre avuto l’ambizione di portare la mia Città tra le eccellenze italiane, tra le “best practices” che anche altri comuni potessero prendere ad esempio.

Città di Cairo Montenotte: il Bilancio Sociale di Fine Mandato 2012-2016

Tutti i Cairesi stanno ricevendo il bilancio sociale ovvero i risultati conseguiti in questi anni dall’Amministrazione che mi ha visto Sindaco.
E’ un atto dovuto e doveroso di trasparenza e condivisione a maggior ragione visto che non sarà di questa partita elettorale.
Ho imparato che la buona amministrazione si fa anche sui numeri, sulla programmazione e sulla condivisione.
Le parole e le promesse sono belle ma poi devono imparare dai fatti.  Ne abbiamo… fatti di… fatti!

Tutela del paesaggio: vincolo paesaggistico e vincolo idrogeologico

Tutela del paesaggio: il Comune di Cairo Montenotte gestisce, in forma associata, tramite convenzione, per sé e per i Comuni di Altare, Carcare, Cosseria e Massimino, le funzioni autorizzatorie in materia di vincolo idrogeologico, disciplinate dalla legge regionale 4/1999, nonché le funzioni autorizzatorie subdelegate in materia paesaggistica, di cui alla legge della Regione Liguria 22/2009.

Tre nuove azioni per il Turismo in Liguria

Un evento per una scelta strategica, un appuntamento che vuole segnare un radicale cambio di paradigma, una rivoluzione che pone il turismo al centro delle strategie regionali. Raffaella Paita, a meno di dieci giorni dal voto, sceglie Spotorno per presentare le tre azioni programmatiche in grado di trasformare il turismo in una carta vincente per la Liguria. L’appuntamento con il convegno “Liguria Turistica: tre azioni per partire subito” è per venerdì 22 maggio alle ore 17 presso l’Ex Palace Hotel.

Io terrò  l’intervento introduttivo mentre, dopo il saluto del Sindaco di Spotorno Gianpaolo Calvi, toccherà a Fabio Sacco, esperto di marketing turistico, presentare i contributi esterni.

La professoressa Mariangela Franch dell’Università di Trento descriverà come il ruolo degli enti turistici di destinazione, negli ultimi anni, sia radicalmente cambiato e quali sono le nuove sfide che i territori devono saper affrontare oggi per essere competitivi sul mercato turistico.

L’albero della spazzatura

“Strada comunale di collegamento Cairo-Cosseria, Valle Cummi: abbandono di rifiuti solidi urbani misti.
Si segnala il pericolo di natura igienico-sanitaria, pertanto si dovrà procedere al ripristino dei luoghi…”

Chiunque abbia abbandonato quei rifiuti non ha solo dimostrato la propria inciviltà, ma ha offeso la grande maggioranza dei cittadini cairesi che con il loro impegno quotidiano, con le loro buone pratiche, contribuiscono a far diventare la Città un posto migliore.

Spazio al volontariato verde con “Adotta un’aiuola”

Con il progetto “Adotta un’aiuola” singoli residenti, gruppi di cittadini, condomini, associazioni, Istituzioni, imprese, Onlus possono prendersi cura di uno spazio, nel capoluogo o nelle frazioni, e con la loro disponibilità (ed il loro lavoro, volontario, naturalmente) realizzare interventi ornamentali di abbellimento con fiori, piante, con tutta la fantasia e il “pollice verde” di cui sono capaci, contribuendo così a rendere la città più accogliente, più curata nel suo arredo e, in fondo, più bella da vivere.